Spezie, piante e funghi in cucina e in erboristeria, virtù e pericoli

Il Gruppo Ecologista “Il Riccio” di Città della Pieve organizza per venerdì 27 ottobre alle ore 16.30 presso la Sala delle Muse a Palazzo della Corgna, della città del Perugino, l’incontro: “Miseria e Nobiltà – Spezie, piante e funghi in cucina e in erboristeria, virtù e pericoli”.

Ne parleranno gli esperti Tiziano Berlingieri e Riccardo Testa, noti conoscitori delle tematiche  in discussione.

Una carrellata di storie, aneddoti, curiosità e conoscenze intorno al mondo dei vegetali indispensabili per nutrimento e cura dell’uomo e degli animali.

Verranno presentate anche ricette culinarie, consapevoli che una ricetta non è mai un mero elenco di ingredienti. Ogni piatto che abbiamo davanti agli occhi ha molte cose da narrarci. Storie scritte dall’umile e silenziosa sapienza delle massaie. Racconti in cui erbe aromatiche spezie e funghi entrano da protagonisti

Una materia apparentemente priva di sapienza come il cibo, può diventare parte costitutiva della nostra storia. Erbe, spezie e funghi hanno caratterizzato una conoscenza antica, da tramandare. Fanno diventare nobile anche il piatto più umile, coniugando in maniera regale semplicità e ricchezza di sapori. Presenta tracce di poesia e di sapienza già il semplice atto della loro ricerca e raccolta, con l’intenzione che queste tracce, parte identitaria della nostra tradizione, siano anche il filo di Arianna che raccordi passato e futuro del nostro territorio.

Sicuramente un pomeriggio particolare che speriamo incontri il gradimento e l’interesse della cittadinanza. Vi aspettiamo numerosi.

Categorie: Senza categoria | Lascia un commento

A.L.I.Ce. Città della Pieve e la prevenzione

Domenica 1 ottobre A.L.I.Ce. Città della Pieve ha partecipato all’iniziativa MOVE FOR STROKE organizzata a Perugia al Percorso Verde Leo Cenci da vari soggetti fra cui l’Azienda Ospedaliera di Perugia e il World Stroke Organization. È  stata misurata la pressione arteriosa con rilevazione della fibrillazione atriale e la saturazione del sangue ai molti partecipanti intervenuti alla manifestazione, favorita anche dal clima estivo.

Erano presenti molti professionisti, fra i quali i neurologi Valeria Caso e Maurizio Paciaroni e i nostri volontari: Silvia Cupella, Luigi Giovannini. Fiorella Ceccantini, Marisa Rosi e Guerrino Bordi.

Inoltre il 27 settembre, A.L.I.Ce. con i suoi volontari ha  organizzato con il Centro Sociale Anziani “Remo Boldrini” una giornata di prevenzione a Paciano. Oltre alla misurazione della pressione sono stati  effettuati gli stik per la glicemia, il colesterolo e i trigliceridi. Una quarantina le persone che si sono sottoposte agli esami.

Presso la sede di A.L.I.Ce. in via Beato Giacomo Villa, 1 a Città della Pieve la prevenzione è  possibile tutti i mercoledì dalle 9.00 alle 10.00 con l’effettuazione dei seguenti screening: misurazione della pressione con rilevazione di fibrillazione atriale, saturazione del sangue, esami per glicemia, colesterolo, trigliceridi.  

Categorie: Senza categoria | Lascia un commento

Escursione, pranzo e Mostra del Perugino

Escursione organizzata dall’Associazione “Anello del Fiume d’Oro” in collaborazione con il Gruppo Ecologista “Il Riccio” per domenica 24 settembre, con possibilità di pranzo e visita alla Mostra del Perugino a Palazzo Corgna.

L’escursione per i soci del “Riccio” in regola con l’iscrizione 2023 è gratuita.

Chi volesse partecipare al pranzo deve prenotare inviando un messaggio WhatsApp  a Paolo Corgna, Presidente dell’Anello del Fiume d’Oro, cell. 3473568659,  comunicando  anche il primo desiderato tra i 4 nell’elenco in locandina, oppure un mix di due primi.

Chi  volesse partecipare alla visita della Mostra del Perugino di Città della Pieve “… al battesimo fu chiamato Pietro. Il Perugino a Città della Pieve” a Palazzo della Corgna, deve ugualmente prenotare tramite lo stesso sistema di cui sopra.

Per i residenti nel Comune di  Città della Pieve il costo del  biglietto di ingresso alla Mostra del Perugino è di  € 5

Categorie: Senza categoria | Lascia un commento

Il Gruppo Ecologista “Il Riccio” ringrazia

Sabato 5 agosto sono state inaugurate nuove collezioni al Museo di Storia Naturale e del Territorio  di Città della Pieve. Gli spazi espositivi si sono allargati grazie alle donazioni del gemmologo Carlo Dell’Oro, dello storico e archivista Odir Dias e della signora Giovanna Pignatelli, inoltre sono state risistemate con disposizione e illuminazione diversa le collezioni Vivani-Faraoni e Marchesini, grazie al contributo tecnico di Carlo Dell’Oro. Una riorganizzazione eccellente delle teche che valorizza maggiormente le ricchezze al loro interno. I tre nuovi donatori, grandi estimatori del Museo e amici del Gruppo Ecologista “Il Riccio”, con le loro importanti offerte hanno arricchito il Museo regalando nuove opportunità ai suoi visitatori e lasciando testimonianze per le odierne e future  generazioni. Una presentazione quella del 5 agosto interessante, partecipata e autentica, un piacevole pomeriggio. Si ringraziano le responsabili della Biblioteca Comunale “Francesco Melosio” per aver accolto egregiamente l’iniziativa nella Sala di Lettura,  i numerosi presenti, il Sindaco per la sua partecipazione e per la considerazione  e stima anche a nome della cittadinanza, i donatori oltre che per i reperti dati in omaggio, per averne illustrato la storia e per gli apprezzamenti dimostrati verso questo importante e ricco Museo per pezzi e varietà, un vero vanto per la città stessa. Un riconoscimento che ha un tangibile riscontro nell’aumento dei visitatori. La sua iscrizione da parte dell’Amministrazione Comunale, da più di un anno, all’Associazione Nazionale dei Musei Scientifici ne favorisce la notorietà, permette collegamenti fra Musei dello stesso genere con scambio di opinioni e aggiornamenti.

Categorie: Senza categoria | Lascia un commento

Gruppo Ecologista “Il Riccio” 5 e 6 agosto a Città della Pieve



Il Gruppo Ecologista “Il Riccio” di Città della Pieve nell’ambito della Notte Verde Bianca Rossa 2023, con il Patrocinio del Comune di Città della Pieve, organizza sabato 5 agosto alle ore 16.00, presso la Sala di Lettura della Biblioteca “Francesco Melosio” a Palazzo della Corgna, la presentazione del rinnovato Museo di Storia Naturale e del Territorio. All’iniziativa interverranno: il Sindaco Fausto Risini, il Presidente del “Riccio” Duilio Venturini, il Vicepresidente del “Riccio” Riccardo Testa, i nuovi donatori di reperti: il Gemmologo Carlo Dell’Oro, membro del Consiglio Esecutivo dell’Istituto Gemmologico Italiano e socio del Collegio Gemmologi Italiani, lo Storico e Archivista Odir Dias e la signora Giovanna Pignatelli. Dopo la presentazione seguirà l’inaugurazione delle teche con le nuove donazioni e verrà illustrata la risistemazione e l’ampliamento degli spazi espositivi al Museo, Piano Nobile di Palazzo della Corgna, che, in via straordinaria,  sarà possibile visitare anche dalle ore 21.00  alle ore 22.30.

Domenica 6 agosto alle ore 21.30 esponenti esperti del Gruppo Ecologista “Il Riccio”, con attrezzature specifiche, guideranno l’osservazione del cielo in notturna dalla piazza della Chiesa di San Pietro, in viale Gino Cappanini, al belvedere.

La Chiesa di San Pietro con il dipinto del Perugino “Sant’Antonio Abate tra i Santi Marcello e Paolo”, resterà aperta per tutta la durate dell’evento.

Sull’ultimo restauro del dipinto del Perugino è possibile visualizzare la brochure <Restauro di un’opera: “Sant’Antonio Abate tra i Santi Marcello e Paolo” Chiesa di San Pietro>, realizzata dagli studenti dell’Istituto Professionale che avevano sollecitato il restauro, digitando il link alla pagina del Cesvol Umbria ETS Servizio Editoria Sociale Perugia:

Copia cartacea del link è possibile trovarla anche all’interno della chiesa.

Per chi volesse visitare il Museo di Storia Naturale e del Territorio o usufruire della Biblioteca Intra dei Libri Salvati “Franco Travaglini” a tema naturalistico presente al suo interno, ricordiamo l’orario di apertura estivo e invernale: da aprile a settembre sabato 16.00-18.00, domenica 10.30-12.30, 16.00-18.00; da ottobre a marzo sabato 15.30-17.30, domenica mattina 10.30-12.30, pomeriggio 15.30-17.30.

Il Museo, unico nel suo genere, arricchito dalla Biblioteca, iscritto all’Associazione Nazionale dei Musei Scientifici e gestito da anni dai volontari del Gruppo Ecologista “Il Riccio”, ha un discreto numero di visitatori  sorpresi della sua particolarità.

Interesse anche da parte delle scuole locali e non che, dopo la pausa forzata per la pandemia, stanno cominciando a tornare.

Quest’anno hanno visitato il Museo, accolti dal vicepresidente del “Riccio”, il prof. Riccardo Testa, le classi 2C, 2B e 2A dell’Istituto di Istruzione Superiore “Italo Calvino” di Città della Pieve, coinvolte nel progetto d’Istituto “Natura e cultura”, nella prospettiva del mantenimento della biodiversità, per un totale di 73 studenti. L’osservazione delle ricche collezioni di minerali e rocce, le carte geografiche, gli esemplari di flora e fauna degli ecosistemi propri del territorio che sono esposti nelle sale, hanno, a detta di docenti e studenti, offerto spunti di riflessione e consentito di fare esperienza diretta degli argomenti di studio.

Sono venuti in visita al Museo anche un gruppo di 15 bambini di cinque anni della locale scuola per l’Infanzia, ad accoglierli ancora il prof. Testa. L’interesse e l’attenzione di questi piccoli sono stati sorprendenti, nonostante i concetti di non facile comprensione, tanto che hanno espresso il desiderio di tornare in visita anche insieme ai propri familiari.

Categorie: Senza categoria | Lascia un commento

Il C.C.R.R. del “Vannucci” di Città della Pieve e la quarta Giornata Ecologica

Il Consiglio Comunale della Ragazze e dei Ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Pietro Vannucci” di Città della Pieve, anche quest’anno è riuscito a realizzare, nonostante le avverse condizioni atmosferiche di questo periodo, la Giornata Ecologica, giunta alla sua quarta edizione.
Venerdì 9 giugno, penultimo giorno di scuola, gli studenti della Secondaria di Primo Grado del Comprensivo, una numerosa schiera di giovani muniti di guanti e sacchi forniti dalla TSA e guidati dagli insegnanti e da volontari del Gruppo Ecologista “Il Riccio”, hanno setacciato il parco cittadino raccogliendo rifiuti di plastica e indifferenziati inserendoli in sacchi di differente colore,  poi radunati, per la TSA, in più punti di raggruppamento all’interno e all’esterno del Parco. Gli studenti hanno lavorato con impegno e responsabilità, consapevoli dell’importanza di ciò che andavano facendo, ripulire una parte del territorio non troppo distante dalla propria scuola nella speranza  di dare il  buon esempio, facile da seguire, per rendere sempre più accogliente lo spazio comunitario. Il Gruppo Ecologista “Il Riccio” ha provveduto successivamente a inviare alcune segnalazioni, corredate da fotografie, all’Amministrazione Comunale, su situazioni particolari di degrado riscontrate all’interno del Parco, che si auspica siano sanate quanto prima

Categorie: Senza categoria | Lascia un commento

Premiazione “Una rosa… rinascerà”

Il premio “Una rosa… rinascerà”, nato nel 2016, è giunto alla sua ottava edizione. La premiazione si è tenuta sabato 27 maggio presso l’aula magna dell’Istituto Comprensivo “Pietro Vannucci” di Città della Pieve, alla presenza della Dirigente scolastica Caterina Marcucci, del Sindaco Fausto Risini, del Presidente di A.L.I.Ce. Città della Pieve Guerrino Bordi, del Governatore della Misericordia Fabio Sberna, dell’ideatore del premio Franco Pilato, delle classi degli studenti che quest’anno hanno ricevuto il riconoscimento, di rappresentanti di Allianz.

Il premio, per volere di Franco, è stato istituito a seguito della pubblicazione dell’omonimo libro, un esempio di resilienza e amore per la vita nonostante le avversità della stessa, ma anche dell’affetto di una città intera nei confronti di un paesano in difficoltà.

Quest’anno ad A.L.I.Ce. si è aggiunta la Misericordia di Città della Pieve poiché ai proventi del libro “Una rosa… rinascerà” si uniscono quelli di un altro libro di Franco Pilato “Vita contadina” pubblicato, per volere della Misericordia, dall’editoria sociale del Cesvol Perugia, presentato, poco tempo fa a Città della Pieve e a Cetona, oltre all’ormai consueto contributo dell’Assicurazione Allianz agenzia di Città della Pieve, rappresentata alla premiazione da Chiara Sisani e Giaime Marchesini, agenzia nata dal desiderio di Franco, ancora molto giovane, di trovarsi un’attività che lo rendesse economicamente autonomo dopo l’incidente automobilistico che lo ha costretto giovanissimo sulla sedia a rotelle e dove ha lavorato fino alla pensione.

Il fondo premia, tramite un bando gestito da A.L.I.Ce., la solidarietà manifestata in ambito scolastico.

Un’occasione, una tradizione questa del Premio “Una rosa… rinascerà” che, sottolineano la Dirigente del “Vannucci” e il Sindaco della città, hanno trovato in eredità dai loro predecessori, un’iniziativa meritevole che dà risalto alla solidarietà, all’inclusione, una giornata particolare per la scuola e per la cittadinanza, un  premio che stimola  principi sani per gettare le basi di una società  migliore, obiettivi ricercati da Franco considerato un esempio per tutta la città.

Il Presidente di A.L.I.Ce. nel ripercorrere le tappe di questo premio e del relativo fondo che riconosce valore alla solidarietà espressa dagli studenti, ricorda l’istituzione di un’aula di primo soccorso completamente allestita all’Istituto Comprensivo “Pietro Vannucci”, di  solidarietà per chi, all’interno della comunità locale, si trova in stato di bisogno, oltre al bando “Una rosa… rinascerà”.

Fabio Sberna ringrazia Franco per l’opportunità data alla Misericordia pievese di essere parte di questa iniziativa e invita i ragazzi a coltivare e far crescere in loro il seme della solidarietà poiché non c’è ricompensa maggiore di sentirsi utili nei confronti di chi è, momentaneamente o permanentemente, in difficoltà.

A ricevere il premio tre alunni dell’Istituto Comprensivo, designati dal Collegio Docenti:  Desiree Greco e Jacopo Verdacchi della classe 4A della Scuola Primaria di Città della Pieve e Ginevra Graziani  della classe 2° della  Scuola Secondaria di Primo Grado. Ognuno di loro ha ricevuto il libro di Franco, fiori e 200 euro.

Queste le motivazioni: “La classe quarta è composta da alunni particolarmente sensibili nel manifestare attenzioni nei confronti dei compagni “speciali”, creando un clima solidale e accogliente. Di rilevante importanza è il ruolo che tutti i bambini rivestono nel successo dell’inclusione, promuovendo gesti di amicizia e iniziative relazionali. In questo contesto gli alunni Desiree e Jacopo si distinguono per il loro atteggiamento disponibile, collaborativo e altruistico facendosi portavoce di un messaggio di apertura e amore. Pertanto, contribuiscono a diffondere la cultura del dono e quindi l’idea di regalare gratuitamente qualcosa agli altri. L’aiuto che offrono è la loro capacità di sostegno e presenza anche a chi non lo richiede, una dimostrazione che aiutare qualcuno vuol dire soprattutto “esserci” senza giudicare e senza aspettarsi nulla in cambio.”

“Ginevra, oltre a dimostrare maturità nel comportamento, è una ragazza che si impegna nelle attività didattiche e nello studio con risultati più che buoni; si è sempre distinta nel gruppo classe per la sua sensibilità e capacità di accogliere l’altro, soprattutto quando questi si trova in difficoltà. Ha mostrato questa spiccata propensione in maniera particolare in relazione al compagno di classe disabile, con il quale ha instaurato fin dall’infanzia un legame speciale, cresciuto nel tempo in consapevolezza e profondità, fatto di sguardi, gesti e parole.”

Le foto di rito chiudono la mattinata con l’augurio di un arrivederci alla nona edizione.

Categorie: Senza categoria | Lascia un commento

A.L.I.Ce. Umbria di Città della Pieve a difesa dei malati cronici non autosufficienti


Da sempre, ad A.L.I.Ce. Città della Pieve sta a cuore il malato cronico non autosufficiente, per questo da qualche anno è parte di ADNA, Alleanza per i Diritti delle Persone Non Autosufficienti, costituita da nove associazioni umbre che, con il supporto del Cesvol Umbria, si sono alleate per promuovere la concreta attuazione dei diritti sanitari e socio-sanitari delle persone non autosufficienti residenti nella nostra Regione: Associazione Umana, ANCeSCAO Umbria,               Associazione di Volontariato pro cardiopatici Cuor di Leone, Associazione Il Sole – Foligno, Associazione La Pietra Scartata, A.L.I.Ce. Associazione Lotta all’Ictus Cerebrale – Città della Pieve, Madre Coraggio, Unione Parkinsoniani, AFD Associazione Familiari Disabili – Amelia.
Gli impegni principali di ADNA riguardano iniziative rivolte alle Istituzione pubbliche e informazioni sui diritti.
Proprio per questo il 17 maggio una delegazione di A.L.I.Ce. Città della Pieve era a Roma con altre Associazioni di tutta Itala, per un convegno “La non autosufficienza dell’anziano è un problema di salute” promosso da CDSA, Coordinamento per il Diritto alla Sanità per le persone Anziane malate e non autosufficienti. Una rete associativa nazionale tra associazioni di diverse regioni, ADNA compresa, nata nel periodo della pandemia.
Tra i relatori al Convegno tre dall’Umbria: Tiziano Scarponi, Medico di medicina generale e Vicepresidente di Omceo, Ordine provinciale dei Medici Chirurghi E degli Odontoiatri, di Perugia, Eleonora Brugnone, Presidente Associazione Umana, Unione per la difesa dei diritti dei Malati Anziani Non Autosufficienti, di Perugia, Alessandra Pioggia, Professoressa ordinaria di diritto amministrativo  presso l’Università di Perugia.
Dal convegno un appello al Parlamento e al Governo perché le cure sanitarie e socio-sanitarie siano a pieno titolo garantite dal Servizio sanitario nazionale, con inserimento nei LEA, Livelli Essenziali di Assistenza, di assegni di cura a carattere universalistico per promuovere la domiciliarità e la salvaguardia del diritto all’indennità di accompagnamento.
Sono state infatti avanzate proposte per i Decreti Attuativi della Legge n. 33 del 23 marzo 2023 “Deleghe al Governo in materia di politiche in favore delle persone anziane” che è principalmente rivolta alle azioni del settore delle Politiche sociali e assistenziali, importanti, ma non sufficienti laddove la non autosufficienza dell’anziano è causata da malattie croniche irreversibili, che necessitano di interventi continuativi di cure sanitarie e socio-sanitarie domiciliari, semiresidenziali e residenziali di lungo termine.
Nella stesura dei decreti attuativi della legge delega il Governo, per raggiungere tutti i malati non autosufficienti e in forma universalistica come previsto dalla Costituzione e dalla legge 833/1978, dovrebbe intervenire per confermare e mantenere la titolarità sanitaria della programmazione, del finanziamento e della concreta assicurazione delle prestazioni socio-sanitarie LEA, laddove possibile anche con interventi innovativi, a sostegno, per esempio, della domiciliarità con la previsione di assegni di cura, quando siano praticabili le cure domiciliari, grazie alla disponibilità volontaria dei congiunti, impegnati direttamente o attraverso l’aiuto di terzi.
L’incontro, affermano esponenti del CDSA a chiusura del Convegno, ha avuto un riscontro positivo nell’affermazione del diritto esigibile alla tutela sanitaria dei malati non autosufficienti: non casi sociali e scarti da “relegare” in assistenza, ma malati a tutti gli effetti, con diritto alle cure e al soddisfacimento dei bisogni di tutela della salute.
Negli interventi di giuristi ed esperti presenti e nei messaggi dei rappresentanti di Governo e Parlamento sono state colte pienamente le preoccupazioni circa il destino degli anziani malati non autosufficienti, così come delineato nella Legge Delega n. 33.
Questo il commento dei rappresentanti del CDSA: Le parole del Presidente della Camera, Lorenzo Fontana, e del Ministro della Salute, Orazio Schillaci, sono una preziosa conferma dell’esigibilità del diritto alla tutela della salute degli anziani malati non autosufficienti. I loro messaggi ribadiscono la necessità di non comprimere, o peggio annullare, la competenza della sanità, garantita dal SSN, in favore di ambiti meno tutelanti per i malati, come quello dell’assistenza sociale, come delineato nella Legge Delega n° 33”.
Categorie: Senza categoria | Lascia un commento

A.L.I.Ce. Città della Pieve contro l’ipertensione arteriosa

In occasione della XIX Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa celebratasi il 17 maggio, promossa dalla SIIA, Società Italiana Ipertensione Arteriosa, A.L.I.Ce., Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale, di Città della Pieve, contattata dal Prof. Giacomo Pucci,  sabato 20 maggio, si è trasferita presso l’ospedale di Terni per effettuare gratuitamente la misurazione della pressione con rilevazione di fibrillazione atriale, dare informazioni sull’ipertensione e consigli sui corretti stili di vita per la prevenzione, come pure fornire chiarimenti sulle terapie, con l’aiuto del personale del Centro Ipertensione Arteriosa, SIIA-ESH Excellence Center, facente capo alla Struttura Complessa Universitaria di Medicina Interna dell’Azienda Ospedaliera “Santa Maria” di Terni.

A Terni con A.L.I.Ce, gli infermieri Milvia Mencarelli, Silvia Cupella, Rita Croccolino, l’addetta alla segreteria Marisa Rosi, il Presidente Guerrino Bordi con funzioni di autista, che si ringraziano per la disponibilità.

Diverse le persone che si sono rivolte al servizio, segno evidente che la prevenzione suscita interesse.

A.L.I.Ce ha confermato così il suo impegno per la sensibilizzazione all’ipertensione, una condizione molto diffusa in Italia dove almeno il 30% delle persone è affetto da ipertensione arteriosa, ma ignora di esserlo. Ogni anno muoiono per malattie cardiovascolari dovute alla pressione alta 280.000 persone in Italia e 8,5 milioni nel mondo.

Motivo conduttore della giornata “Misura bene e controlla la tua pressione per vivere più a lungo”.

La pressione arteriosa è la forza esercitata dal sangue circolante sulle pareti arteriose a seguito della spinta data dal cuore: la pressione “massima” o sistolica corrisponde al momento della contrazione cardiaca, la pressione “minima” o diastolica corrisponde al momento di riposo del cuore. Per prevenire l’ipertensione è bene non ingrassare, fare attività fisica, ridurre il consumo di sale e di alcolici, evitare cibi grassi, non fumare, limitare il consumo di caffè, misurare la pressione anche a casa non sottovalutando gli eventuali problemi, seguire con scrupolo le indicazioni del medico, effettuare gli esami del sangue almeno una volta all’anno.

Categorie: Senza categoria | Lascia un commento

“Il Perugino dal paesaggio al dipinto” escursione e arte



Una domenica tra escursione ed arte quella del 28 maggio organizzata dal Gruppo Ecologista “Il Riccio” e da GeaEnergyTrekking in collaborazione e con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Città della Pieve che prenderà il via dalla città del Perugino alle ore 8 e 30, appuntamento al Santuario della Madonna di Fatima, Largo della Vittoria, per tornare a Città della Pieve, dopo aver toccato Panicale.

L’evento,“Il Perugino dal paesaggio al dipinto”, coniuga l’escursione guidata sulle terre del Perugino, quelle raffigurate sui suoi famosi dipinti, prima tappa del percorso “I Sentieri del Perugino nelle Terre del Marchese” e la visita guidata alle opere di Pietro Vannucci,  di cui si celebra il quinto centenario dalla morte, sia a Panicale sia a Città della Pieve.

L’itinerario, 15 chilometri,  parte dal luogo di nascita del Perugino in direzione della strada che, passando per località Camparche,  permetterà, scendendo, di arrivare alla località Tre Molini  passamdo accanto all’omonima azienda, sede di allevamenti di vacche chianine. Appena attraversata la strada provinciale tra Moiano e Piegaro, si risale per l’ampia zona boschiva sino a raggiungere il punto panoramico del Monte Pausillo e da questo si prosegue lungo il crinale fino al Monte Petrarvella, da cui inizia un’altra zona d’interesse panoramico. Si arriva in discesa a Panicale, vera e propria terrazza sul lago Trasimeno. Il tratto tra il monte Pausillo sino al luogo di arrivo è sicuramente uno dei punti più panoramici per le sue ampie vedute ed aperture sul bacino lacustre e sulla valle del Nestore, con scorci sullo sfondo sino al Perugino, all’Assisano e alla catena degli Appennini. All’arrivo a Panicale, pranzo al sacco e visita guidata gratuita all’affresco di Pietro Vannucci: Il Martirio di San Sebastiano. Subito dopo partenza per Città della Pieve con navetta gratuita. All’arrivo visita guidata, sempre gratuita, alle opere di Pietro Vannucci: L’Adorazione dei Magi, Il Battesimo di Cristo, La Madonna in Gloria e Santi, La Deposizione dalla Croce.

La durata dell’evento è di circa 8 ore, visite comprese.

Si consiglia abbigliamento a strati, calzature adatte, protezioni per pioggia e sole, acqua, qualche snack, pranzo al sacco e un capo caldo di riserva. Si suggerisce di portare macchina fotografica e binocolo.

Il costo delle guide per il percorso e per le opere del Divin Pittore è a carico del Comune di Città della Pieve.

Per usufruire della navetta di ritorno è necessario prenotare chiamando la guida Giuseppe Daniele al n° 3279739039.

In caso di forte maltempo l’iniziativa sarà rinviata a sabato 3 giugno.

Categorie: Senza categoria | Lascia un commento